Volantino GAPOttocentomila. Tante sono in Italia le persone schiave del gioco d’azzardo patologico per un giro d’affari che sfiora i 90 miliardi di euro. Sono queste le cifre impressionanti di un fenomeno in continua espansione. Una vera e propria emergenza sociale forse ancora troppo sottovalutata dalle istituzioni. Anche per questo un’occasione da non perdere è la Giornata informativa sulla dipendenza da gioco d’azzardo, in programma il 14 maggio dalle 15.30 alle 17 nella sede del Centro di aggregazione multifunzionale (CAM) Polo Ferrara in via Mincio 23 a Milano, su iniziativa del comitato di Milano della Croce Rossa, con la collaborazione dell’associazione La strada e della cooperativa sociale Progetto A.

Inoltre, presso lo stand informativo all’interno del centro le infermiere volontarie della CRI effettueranno  gratuitamente la misurazione della pressione arteriosa e della glicemia.

 

Per chi fosse coinvolto in prima persona o comunque sensibile al problema, è utile sapere che è aperto a Milano, in via Barrili 17, il Centro d’ascolto “Il Melograno rosso”, messo a disposizione dalla Croce Rossa come luogo d’ncontro in cui affrontare i problemi legati al dilagante fenomeno del gioco d’azzardo. Il centro, accessibile ogni mercoledì dalle 20.30 alle 22, è nato con l’obiettivo di aiutare chi si trova a fronteggiare questo tipo di dipendenza, ormai riconosciuta come disturbo compulsivo complesso, ma anche chi ha semplicemente assunto comportamenti a rischio.

 

In via Barrili sarà possibile trovare non solo un presidio cittadino fisso ma soprattutto un luogo d’incontro, dove giocatori e familiari vengono ascoltati e guidati verso la rete dei servizi territoriali, per intraprendere un percorso di sostegno orientato alla guarigione. Inoltre, su appuntamento, è possibile usufruire della consulenza di un commercialista e di un avvocato, messi a disposizione dal Club Rotary Milano Net, per ricevere pareri professionali su tematiche di carattere economico e/o legale legate al gioco d'azzardo. Tutti i servizi del centro d'ascolto sono a carattere gratuito.
Per qualsiasi informazione è possibile inviare una mail all'indirizzo ludopatia@crimilano.it oppure telefonare al numero 366 6924448, che rispetta il desiderio di anonimato e che è attivo tutti i giorni dalle 10 alle 20.      (Giacomo Bonessa)

Pubblicato in News

 

È aperto a Milano, in via Barrili 17, il Centro d’ascolto “Il Melograno rosso”, messo a disposizione dalla Croce Rossa come luogo di incontro in cui affrontare i problemi legati al dilagante fenomeno del gioco d’azzardo.

 

Il nuovo centro, accessibile ogni mercoledì dalle 20.30 alle 22.00, è nato con l’obiettivo di aiutare chi si trova a di fronte a questo tipo di dipendenza, ormai riconosciuta come disturbo compulsivo complesso, ma anche chi ha semplicemente assunto comportamenti a rischio.

 

In Italia il fenomeno riguarda circa tre milioni di persone, senza distinzione di età, ceto sociale e professione.  E sono 800mila le vittime del GAP (gioco d’azzardo patologico), numero destinato tragicamente ad aumentare a causa del proliferare delle sale giochi, delle slot-machine, del gioco on-line, complici la pubblicità e la tassazione agevolata di cui gode chi gestisce attività di questo tipo.

 

Si tratta, evidentemente, di un fenomeno assai complesso. Di conseguenza, il servizio della Task Force contro la ludopatia della Croce Rossa di Milano si muove su svariati fronti: informazione, sensibilizzazione, prevenzione. In più, grazie al nuovo centro di incontro di via Barrili sarà possibile fornire non solo un presidio cittadino fisso ma soprattutto un luogo d’incontro, dove giocatori e familiari vengono ascoltati e guidati verso la rete dei servizi territoriali, per di intraprendere un percorso di sostegno orientato alla guarigione.

 

Ogni martedì, dalle 20.30 alle 22.30, è invece operativo un gruppo di auto-aiuto, accessibile previo colloquio con un operatore del Centro. Inoltre, su appuntamento, è possibile usufruire della consulenza di un commercialista o di un avvocato, messi a disposizione dal Club Rotary Milano Net, per ricevere pareri professionali su tematiche di carattere economico e/o legale legate al gioco d'azzardo.

Tutti i servizi del centro d'ascolto sono a carattere gratuito.

 

PER INFORMAZIONI
Invia un'e-mail a ludopatia@crimilano.it
Telefona al n. 366 6924448 (che rispetta l'anonimato), attivo tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00.

Pubblicato in News

 

È in programma per il 7 e 8 novembre, presso il Centro di Formazione Nazionale CRI di Bresso, il primo corso regionale per Operatori Sociali nelle Dipendenze (O.S.D.). Consente una formazione permanente e ha l’obiettivo di diffondere le linee guida per gli operatori del settore, che si confrontano giornalmente con il dilagare delle tossicodipendenze e delle dipendenze comportamentali.

 

Il corso è propedeutico all’ottenimento dell’attestato di Operatore Sanitario nelle Dipendenze (O.S.D.).; tale attestazione è rilasciata al termine dell’intero percorso formativo composto da 3 moduli per un totale di 32 ore. In questa sede verranno sviluppati i primi 2 moduli, che contemplano argomenti di carattere sanitario, psicologico, sociale e legislativo.

 

Si tratta di una preparazione attentamente calibrata per offrire strumenti utili a prevenire e ad affrontare il problema. Particolare attenzione verrà data ai giovani e alle nuove dipendenze, e alla cultura della partecipazione attiva di fronte ai disagi sociali.

 

Pubblicato in News
Domenica, 10 Maggio 2015 14:18

PARLIAMO DI GIOCO D’AZZARDO

Croce Rossa-2Su richiesta del Consiglio di Zona 4 del Comune di Milano la Task Force del Comitato Provinciale di Milano della Croce Rossa Italiana ha organizzato due incontri serali con la popolazione per trattare il tema del gioco d'azzardo patologico. Le serate vertono su tre punti principali: come si arriva alla dipendenza; il gioco d'azzardo patologico in Italia; dimensioni e problematiche legate a questa patologia.

Nel corso della serata, verrà promossa e argomentata la help line 366.692.44.48numero di telefono attivato dalla Croce Rossa milanese per dare un supporto concreto a coloro avessero necessità di rivolgere domande o richieste di aiuto, con garanzia di anonimato. 

Il primo incontro è previsto per il 12 maggio alle ore 20.30, presso l'Aula consigliare di Zona 4 in via Oglio 18  Milano. Vi prenderanno parte il dott. Massimo Garbagnoli (Psicologo clinico specializzato in dipendenze e ludopatia), la Task Force Ludopatia del Comitato Provinciale di Milano della Croce Rossa Italiana e l’Associazione Giocatori Anonimi di Milano.
La serata è aperta a chiunque desideri partecipare. 

 

 

“Parliamo di gioco d’azzardo”
12 maggio ore 20.30
Consiglio di Zona 4, via Oglio 18
Ingresso libero

 

 

 

Pubblicato in News
Mercoledì, 21 Gennaio 2015 13:08

CROCE ROSSA vs LUDOPATIA

È iniziato un anno e mezzo fa il processo d’incubazione che ha dato alla luce il progetto “Task Force Ludopatie” contro il Gioco d’Azzardo Patologico (GAP). Nato dallo studio del territorio, dai contatti con le Associazioni di settore e dal supporto di personale qualificato, il progetto ha l’obiettivo di aiutare chi si trova ad affrontare una situazione di dipendenza da gioco d’azzardo, ormai riconosciuta come disturbo compulsivo complesso.

Il fenomeno coinvolge circa tre milioni di persone tra la popolazione italiana, senza distinzione di fasce d’età, ceto sociale e professione. Incrementato dalle innumerevoli pubblicità sui media, il GAP attrae tanto i giovani quanto gli anziani, con prospettive di vita agiata e serena a portata di click, sia dal tasto del computer sia dalla slot-machine. Proprio per l’esistenza di questo “doppio fronte”, la “Task Force” guarda al problema non solo nell’ottica del gioco fuori casa, ma si impegna a informare e sensibilizzare sul gioco online, pericolosamente disponibile, sempre e ovunque, grazie a pc, tablet, smartphones...

Nella difficile condizione di ludopatico, raramente il giocatore è consapevole. Più spesso, sono i famigliari a notare i cosiddetti “segnali sentinella” della patologia: intensificazione degli accessi al gioco, aumento delle spese, comparsa di pensieri ricorrenti di gioco, spesso accompagnati da distorsioni cognitive e fantasie di super vincite, con aumento della ricerca di ambienti più specializzati e polarizzazione del comportamento. Successivamente, si scivola verso le menzogne, il depauperamento delle risorse finanziarie, i piccoli furti domestici, i cambiamenti dell’umore, delle amicizie e dei luoghi di frequentazione, con aumento dell’aggressività e dell’indebitamento: tutti sintomi di una vera e propria evoluzione verso il gioco patologico.

Si tratta, evidentemente, di un fenomeno assai complesso. Di conseguenza, il disegno di Croce Rossa si muove su svariati fronti: da un lato la prevenzione (portata avanti con attività nelle scuole per i giovani e gli insegnanti, utile anche a individuare eventuali “segnali sentinella”), dall’altro la sensibilizzazione affidata alle campagne d’informazione. Inoltre, la “Task Force” ha come compiti quello di accompagnare i ludopatici nel lungo percorso della guarigione, ponendosi come anello di congiunzione con una rete di associazioni competenti, come Gam-Anon, La Casa del Giovane di Pavia e i Giocatori Anonimi.

Nonostante qualche risultato apprezzabile sia già visibile e stia dando alcuni frutti (per es. la riduzione degli orari d’apertura delle sale gioco), la strada per combattere questa dipendenza è ancora lunga. Per questo la “Task Force Ludopatie” ha istituito un numero  disponibile 24 ore su 24  per chiunque dovesse avere bisogno (366-6924448) e un indirizzo e-mail (ludopatia@crimilano.it) a cui scrivere in caso di necessità o di richiesta di maggiori informazioni.                           (Marina Canta)

Pubblicato in News